Rosi e Capotosto a braccia alzate a Giuncarico

0
503

La seconda tappa del 16° Trittico di Maremma è andata a Leonardo Rosi della Polisportiva Policiano, mentre nella seconda partenza si è imposto Antonio Capotosto del Team Bike Emotion. La manifestazione è andata in scesa mercoledì pomeriggio in località Bozzone di Vetulonia con un parterre di primissimo valore tra i 101 cicloamatori che si sono dati battaglia in un anello di nove chilometri sotto l’abitato di Giuncarico da ripetere quattro volte. Poi la carovana dei corridori è transitata per la Castellaccia, Pian Dei Bichi, dritta del Madonnino per poi arrivare a Giuncarico stazione dove c’era l’arrivo, dopo 65 chilometri di gara. La manifestazione è stata organizzata dal Team Marathon Bike con il patrocinio del Comune di Castiglione Della Pescaia e Provincia di Grosseto, in collaborazione con la Uisp , e supportata dalla Banca Tema e dalla Cantina Vini di Maremma di Marina di Grosseto. Nella prima partenza gara controllata dalle squadre laziali della Euronix e della Master Bike, che hanno cercato a più riprese di mandare all’attacco un proprio corridore cosa riuscita alla compagine della Master Bike. Infatti nel corso del secondo giro, attacco deciso Matteo De Santis, capitano di giornata della compagine di Frosinone. L’atleta di Sora (FR) è stato l’autentico mattatore di questa seconda prova con una fuga di oltre 50 chilometri vanificati purtroppo per lui negli ultimi 300 metri, dove il gruppo rinveniva con la vittoria in volata come si diceva di Rosi, su Vincenzo Borzi e Stefano Degl’Innocenti. Per lo sfortunato De Santis solo un quarantasettesimo piazzamento in classifica, e un posto nella storia del Trittico di Maremma per la sua fuga sfortunata. Nella seconda partenza, azione vincente al secondo giro con Roberto Maggioli, Antonio Capotosto e Carlo Socciarelli con un vantaggio sul gruppo che oscillava tra in 20’ e i 30 secondi. Niente da fare per il gruppo che non ce la faceva a colmare il vantaggio. Quinti i tre fuggitivi si contendevano la vittoria con Antonio Capotosto che si imponeva su Roberto Maggioli e Carlo Socciarelli compagno di squadra del vincitore. La volata di gruppo andava a Stefano Ferruzzi su Daniele Macchiaroli e Gianni Bonamici. La terza e ultima tappa andrà in scena mercoledì 30 marzo con partenza dal Bozzone con due classici giri delle strette da fare ma con l’emozionante finale che porterà i corridori nei pressi della Tomba del Diavolino di Vetulonia dopo due chilometri di salita dal versante di Buriano. In testa alla classifica a punti di questa classica è Carlo Socciarelli con 20 punti. In lizza per il primo posto c’è anche un atleta del Marathon Bike, Marco Giacomi con 17 punti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here