Cicloraduno ospedalieri, 40 anni e non sentirli

0
427

Circa 150 amatori delle due ruote hanno preso parte al cicloraduno ospedalieri, che ha celebrato il suo quarantesimo compleanno. Un raduno festoso, con 28 società maremmane presenti alla manifestazione. Ss Grosseto con 21 partecipanti, Euro Team Grosseto con 19, MareVettaMare con 17 e Mbm Le Querce con 15 quelle con il maggior numero di partecipanti. La kermesse organizzata dal Cral Asl 9, sotto l’egida Uisp, rappresentava anche il 22esimo memorial Pegaso 2. Invariata la formula con tre percorsi (breve, medio e lungo) con partenza alla francese alla scoperta della Maremma: il via e l’arrivo, con le premiazioni e la consegna dei pacchi gara, alla Conad di via Scansanese.

“Una bella soddisfazione per questo traguardo – afferma Aldo Rotelli, responsabile settore ciclismo del Cral Asl 9 – 40 anni sono tanti, la nostra è  una tradizione molto longeva. E siamo felici anche per la partecipazione dei ciclisti, davvero importante”.

“Certi risultati- aggiunge Rotelli – si possono raggiungere solo con l’aiuto di tanti amici che condividono questa passione, anche se sta diventando sempre più difficile e pericoloso andare in bici. Ma il desiderio di pedalare e di vivere la nostra bellissima è più grande”.

Come sempre il ricavato sarà devoluto in solidarietà: “Quello di raccogliere fondi per aiutare chi ha bisogno è da sempre il nostro obiettivo – conclude Rotelli – ricordiamo che il 17 giugno sarà anche scoperto un cippo in via Giusti per ricordare i nostri amici rimasti uccisi nel gravissimo incidente della scorsa estate”.

CLICCA QUI PER IL VIDEO

CLICCA QUI PER IL VIDEO DELLE INTERVISTE

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here