Trekking Uisp, proseguono gli itinerari regionali: il 6 febbraio l’appuntamento di Monte Morello

0
209

Nel solco del progetto  escursionistico  che vede Uisp Toscana Montagna promotrice di itinerari legati alla conoscenza del nostro patrimonio naturalistico montano dagli Appennini, alle Apuane, ai Monti Pisani, alla Maremma fino agli ambienti antropizzati pianeggianti più prossimi alle nostre città, la prossima proposta ci porterà, domenica 6 febbraio 2022, a percorrere un anello sulle pendici di Monte Morello nel territorio del Comune di Sesto Fiorentino (FI).

Il massiccio montuoso detto Monte Morello si trova lungo lo spartiacque tra la valle del Torrente Marina, affluente diretto dell’Arno, e la valle del Torrente Carza, appartenente al bacino del Mugello; si eleva proprio alle spalle dei centri abitati di Calenzano e Sesto Fiorentino, ad un tiro di schioppo da Firenze. Vista la vicinanza con il capoluogo toscano, si tratta di una delle montagne più frequentate dai fiorentini, sia per brevi scampagnate, sia per escursioni più lunghe, sia per giri anche impegnativi in mountain bike. Già frequentato ai tempi degli Etruschi (come testimoniano i numerosi ritrovamenti archeologici sulle sue pendici), i Romani lo chiamavano Mons Maurillus; non si sa per certo se il toponimo derivi da un antico proprietario della zona, oppure per il colore scuro dato dai boschi che lo ricoprivano. Da sempre fu noto per i suoi querceti, e dai suoi boschi vennero ricavate le travi di legno poi utilizzate nella costruzione di Palazzo Vecchio a Firenze.
Il Monte Morello è un massiccio piuttosto individuato, anche se mai particolarmente appariscente o imponente. Culmina con varie cime a forma di cupola, dai fianchi dolci e molto regolari, ed è in gran parte coperto da boschi. I boschi misti originari (con querce, castagni, aceri e qualche faggio alle quote più alte) convivono con le evidenti coniferete di rimboschimento, impiantate tra il 1909 e il 1970 per rimediare ai tagli indiscriminati delle epoche passate. Il bosco di conifere, costituito da pini neri, abeti e cipressi, avvolge gran parte del versante sud-occidentale della montagna.. (dal web – “L’Appeninista”).

“Le tre cime del Monte Morello”
ritrovo ore 9:30, al parcheggio di Fonte dei Seppi (registrazione partecipanti e compilazione mod. autocertificazione Uisp covid19)
partenza ore 10:00
Itinerario:
Fonte dei Seppi 590 m – Sella degli Scollini – Sella delle Colline
(nota come “Tedesco morto”) – Poggio alla Casaccia 921m (prima
cima, Croce in ferro) – Poggio Cornacchiaccia 892 m (seconda cima) – Poggio all’Aia ( la più alta
delle tre cime 934m) e rientro al Parcheggio a Fonte dei Seppi
Difficoltà media, lunghezza 10 km, dislivello totale +427 m
pranzo a sacco
Prenotazione (mail: montagna.toscana@uisp.it)
Info Fabrizio, mob. 335206864
A ccettazione rispetto protocollo UISP COVID-19
Escursione gratuita con copertura assicurativa e aperta a tutti, iscritti e non iscritti Uisp.

 

FONTE: UISP TOSCANA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here