Verso Vivifiume, ecco il primo itinerario trekking

0
1524

Si avvicina Vivifiume, il grande evento nazionale Uisp che tra il 6 e il 7 aprile permetterà di vivere l’Ombrone attraverso lo sport.

Itinerari trekking ViviFiume Ombrone 2019

 

6 aprile: Sasso d’Ombrone – Paganico

 

Lunghezza percorso: circa 8,5 km

Dislivello: circa 150 metri

Tempo di percorrenza: circa 4 ore

Difficoltà: media (E)

Cosa portare: scarpe da trekking; almeno un litro d’acqua; uno spuntino; kway; maglia di ricambio; possibilità di portare cani.

 

DESCRIZIONE: l’itinerario partirà dal borgo medievale di Sasso d’Ombrone, nel comune di Cinigiano. Arriveremo qui grazie ad un bus navetta. Dal paese, una vera e propria “terrazza”, è possibile godere di una vista meravigliosa sulla valle del fiume Ombrone. Da qui scenderemo sul fiume grazie alla “via delle fonti”. Attraversando il ponte sul fiume Ombrone, arriveremo davanti a a ciò che rimane dello stabilimento d’acqua di Monteverdi. Qui sarà possibile effettuare un piccolo break. Riprendendo il sentiero in salita attraversando boschi e oliveti per giungere ai ruderi del Castello di Monteverdi, del XII secolo. Il percorso prosegue poi in discesa fino ad arrivare a stretto contatto con il fiume ombrone. Infine, tra campi coltivati, ponti e strade sterrate arriveremo nel borgo di Paganico.

 

7 aprile: Istia d’Ombrone – Bellavista

 

Lunghezza percorso: circa 10 km

Dislivello: circa 100 metri

Tempo di percorrenza: circa 4 ore

Difficoltà: media (E)

Cosa portare: scarpe da trekking; almeno un litro d’acqua; uno spuntino; kway; maglia di ricambio; possibilità di portare cani.

 

DESCRIZIONE: l’itinerario inizia dal borgo medievale di Istia d’Ombrone, nel Comune di Grosseto. Il percorso si sviluppa da prima in modo pianeggiante a stretto contatto con il fiume, poi si allontanerà da questo per salire su dolci colline. Da Istia oltrepasseremo il ponte e costeggeremo il fiume per i primi km, poi inizieremo una leggera salita tra olivi e pascoli. La vista si allargherà sempre di più sulla valle dell’Ombrone. Arrivati al podere Bellavista il panorama spazierà fino ad arrivare al mare. Qui faremo una pioccola pausa e un piccolo assaggio dei prodotti dell’azienda. Il percorso prosegue poi in discesa fino ad arrivare alla stada delle Sante Marie, che ci riporterà al paese di Istia, dove ritroveremo gli altri partecipanti della manifestazione, per condividere un pasto sociale (costo: 5 euro, facoltativo) nei pressi del campo gara di pesca sportiva.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here