Costruire sport, progetti e valori: così la Uisp saluta il 2018

0
809

Si sta per chiudere un altro lungo anno di attività per la Uisp di Grosseto.

La direzione del comitato territoriale guidato dal presidente Sergio Perugini ha riassunto l’ultima riunione in una lettera da condividere con i soci.

 

Cari amici questa breve relazione di accompagnamento al bilancio 2018 del nostro comitato rappresenta un documento su cui è possibile discutere e fare un’analisi costruttiva rispetto a quello che stiamo facendo, costruendo.

La crisi generale che vede una profonda ferita nell’economia del paese e una crisi di rappresentanza da parte della politica, condizionata da un avanzante e preoccupante senso di individualismo, mette a dura prova tutto il comparto associativo.

L’Uisp si muove in questo difficile contesto in veloce trasformazione, tra sistema sportivo e terzo settore ma soprattutto l’UISP riesce a sopravvivere e ancora a “costruire identità“ in un contesto sociale e politico difficile e intricato.

Ci piace evidenziare la parola “COSTRUIRE” perché in questi anni il nostro Comitato è riuscito a costruire uno stile diverso di vivere lo sport e il territorio.

Con grande sforzo e coerenza con la visione generale UISP, siamo riusciti a radicare ancora di più il nostro Comitato nei territori riuscendo a consolidare la nostra presenza ad esempio nel territorio dell’Amiata. A Santa Fiora, oggi centinaia di cittadini possono usufruire di un impianto funzionante dove poter giocare a calcio, tennis e fare ginnastica, attività motoria in generale. Noi continuiamo a fornire un servizio alla comunità importante che altri non farebbero.

I comuni si rivolgono a UISP perché si rendono conto che in noi possono trovare collaborazione, serietà e rispetto: valori che ad oggi sono sempre più rari.

Continuiamo a “COSTRUIRE”, non a caso proprio nel capoluogo di provincia, a Grosseto, dopo un’attenta analisi rispetto agli sviluppi dello sport in città, abbiamo deciso di investire su una tensostruttura che potrà offrire un servizio in più a tutta la comunità.

La tensostruttura è il simbolo di un cambiamento, della voglia di continuare ad essere un punto di riferimento importante per lo sport della provincia.

Una spesa importante quella per la creazione della tensostruttura che si aggira intorno ai 200mila euro che rappresentano una cifra importante per il Comitato, a testimonianza di un impegno non indifferente in nome di un cambiamento “al passo con i tempi”.

La scelta di realizzare la tensostruttura ci assicura altresì un aumento degli anni di concessione dati dal Comune di Grosseto per la gestione degli impianti di Viale Europa, portando la nostra permanenza in questi luoghi fino al 2047.

Allo stesso tempo la tensostruttura è da intendersi come campo polivalente dove è possibile effettuare tante attività: oltre il beach tennis che sarà sicuramente la disciplina prevalente di questo impianto, la struttura ospiterà il beach volley, il calcio tennis, la ginnastica e tante altre attività.

L’impegno di UISP prosegue anche nelle attività delle ginnastiche legate agli stili di vita, anche qui continuiamo a “COSTRUIRE” valori, momenti di aggregazione e modelli di adattamento che in contesti sociali piccoli come i paesi della provincia significano molto.

L’aggregazione, l’integrazione, la prospettiva di intrecciare le attività sportive con la scoperta del territorio sono la base per la crescita di un’associazione negli ambiti territoriali più distanti dal capoluogo.

Un esempio è l’OTAGO, una tipologia di attività fisica per prevenire le cadute negli anziani. Questa “nuova” disciplina sulla quale il comitato sta investendo a Grosseto (con circa 30 nuovi associati) e dal 2019 anche a Follonica, offre la possibilità a persone ultra settantenni di muoversi, stare bene in sicurezza e socializzare.

Continuiamo a “COSTRUIRE” progetti in campo ambientale, come il Contratto di Fiume, l’UISP è dentro questo importante progetto a livello nazionale ma anche a livello territoriale che vede impegnato il Comitato in un protocollo d’intesa con il Comune di Grosseto e l’associazione Terramare per la promozione degli sport di pagaia e la fruizione del fiume a 360°.

Su questa scia anche il progetto (Ciclopica) della Ciclovia Tirrenica vede l’UISP impegnato nelle attività di strutturazione tracciati e di affiancamento alle operazioni di costruzioni reti contatti con i vari soggetti del territorio.

Oltre tutto questo tra i più di 18.000 tesserati a livello provinciale, vi sono tante nuove associazioni di giovani affiliate, che vedono nella promozione degli sport outdoor la chiave di lettura di una società disorientata e investono in pratica e sviluppo di attività aggregative a contatto con l’ambiente. Skateboard, Fitwalking, Pattinaggio su Ghiaccio, Surf da onda, Stand Up Paddle, Canoa, Trekking someggiato, Scherma storica, sono alcune delle “nuove discipline” che entrano in UISP a sostegno di uno slogan mai così appropriato ideato per i ’70 anni di UISP: “GENERAZIONI ATTIVE”.

La Direzione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here