Verso Vivifiume: ecco gli itinerari del trekking

0
1316

Sabato 1 aprile e domenica 2 aprile, la grande festa di sport e ambiente targata Uisp.

La lega trekking propone questi itinerari.

“ViviFiume A” impegnativo

Da Monte Antico a Sasso d’Ombrone Lunghezza percorso: circa 10 km Dislivello: circa 100 metri Tempo di percorrenza: circa 5 ore e 30 minuti Difficoltà: impegnativo (EE) Cosa portare: scarpe da trekking; almeno un litro d’acqua; uno spuntino; kway; possibilità di portare cani.

DESCRIZIONE: l’itinerario parte da Monte Antico scalo, nel comune di Civitella Paganico, nello splendido scenario delle colline del Brunello di Montalcino. Costeggeremo il fiume Ombrone attraversando il bosco ripariale, pascoli e campi coltivati incrociando anche bellissimo fiume Orcia. Alla metà del percorso ci troveremo sotto il ponte, sul fiume Ombrone, della strada provinciale del Cipressino, dove saremo raggiunti dagli escursionisti dell’itinerario corto. Il gruppo, dopo una pausa pranzo al sacco, procederà così verso il ponte di Sasso d’Ombrone, stando sempre a contatto con il fiume. Arrivati al ponte, verso le ore 15,30, ci riuniremo agli altri partecipanti (canoe, bici, cavalli). Qui sarà possibile effettuare un piccolo break. Concluderemo l’itinerario nel borgo medievale di Sasso d’Ombrone, risalendo il sentiero didattico “la via del fiume”. Il paese è una frazione del comune di Cinigiano e rappresenta una vera e propria “terrazza” da dove è possibile godere di una vista meravigliosa sulla valla del fiume Ombrone. I partecipanti saranno poi ricondotti alle proprie auto grazie ad un bus navetta.

1

ITINERARIO “ViviFiume B”, difficoltà media

Da Cipressino a Sasso d’Ombrone Lunghezza percorso: circa 5 km Dislivello: circa 100 metri Tempo di percorrenza: circa 4 ore Difficoltà: media (E) Cosa portare: scarpe da trekking; almeno un litro d’acqua; uno spuntino; kway; possibilità di portare cani. DESCRIZIONE: l’itinerario parte dalla cava di sabbia (“Draga” nella mappa) sita sotto il ponte della strada provinciale Cipressino. I partecipanti saranno accompagnati da un bus navetta, che partirà da Monte Antico. Il ponte rappresenta il punto di incontro con i partecipanti dell’itinerario lungo. Il gruppo, dopo una pausa pranzo al sacco, procederà così verso il ponte di Sasso d’Ombrone, stando sempre a contatto con il fiume. Arrivati al ponte ci riuniremo agli altri partecipanti (canoe, bici, cavalli). Qui sarà possibile effettuare un piccolo break. Concluderemo l’itinerario nel borgo medievale di Sasso d’Ombrone, risalendo la “via delle fonti”. Il paese rappresenta una vera e propria “terrazza” da dove è possibile godere di una vista meravigliosa sulla valle del fiume Ombrone. I partecipanti saranno poi ricondotti alle proprie auto grazie ad un bus navetta. Domenica 2 aprile Itinerario unico: Da Paganico a Campagnatico Lunghezza percorso: circa 7,5 km Dislivello: circa 220 metri Tempo di percorrenza: circa 4 ore Difficoltà: media (E) Cosa portare: scarpe da trekking; almeno un litro d’acqua; uno spuntino; kway.

 

2

 

 

Nel secondo giorno, domenica 2 aprile, l’itinerario parte dal paese di Paganico, assieme alle altre discipline. Il tratto iniziale del percorso si presenta pianeggiante, semplice, si estende a stretto contatto con il fiume Ombrone e con la sua vegetazione ripariale, soprattutto all’interno dell’azienda “Le Lupaie”. Dopo circa 5 km, il percorso inizierà a salire tra boschi e campi coltivati, fino a portarci al borgo di Campagnatico. La salita ha un dislivello di circa 200 metri e si sviluppa per una lunghezza di circa 2,5 km. Per le persone non allenate la salita può essere impegnativa. L’itinerario termina presso i locali della pro loco di Campagnatico, dove saremo ospitati per il pranzo. Il ritorno alle auto è garantito da un bus navetta messo a disposizione dei comuni partecipanti all’evento.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here