Vivifiume fa luccicare l’Ombrone

0
1213

In 120 hanno preso parte alla festa di Vivifiume. In canoa, a cavallo, in mountain bike o camminando con il trekking, per conoscere il fiume e promuovere nuovamente il contratto di fiume, come strumento strategico per la gestione sostenibile dell’Ombrone. L’evento, organizzato dal comitato provinciale Uisp in collaborazione con Associazione Terramare, Maremma Me, Centro Ippica La Ginestra e con il patrocinio del Comune di Campagnatico, è stato davvero un successo e l’idea dei promotori è quella di farlo diventare un appuntamento fisso. Particolarmente emozionante è stato il ritrovo ad Arcille, oltre all’arrivo in cui tutti i partecipanti si sono idealmente riuniti per una manifestazione organizzata con l’intento di far scoprire la bellezza paesaggistica e naturalistica del secondo corso d’acqua più importante della Toscana.
vVivifiume 2015 non doveva essere solo un evento sportivo ma molto di più; e così è stato. Con Vivifiume lo sport è diventato momento di aggregazione per conoscere il fiume: i suoi aspetti caratteristici, spettacolari e i punti di debolezza. Particolarmente importante è stato il supporto dei vigili del fuoco di Grosseto, che con un gommone hanno garantito assistenza alle oltre 50 persone che hanno disceso per nove chilometri le acque del fiume. Anche la Misericordia di Campagnatico ha seguito i partecipanti. Tra gli ospiti, tutti entusiasti per la riuscita dell’evento, Angelo Gentili della segreteria nazionale di Legambiente, il responsabile nazionale lega acquaviva Uisp, Giampiero Russo, e il sindaco di Campagnatico, Luca Ricciardi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here