La Toscana in cammino, escursione “La Linea gotica”

0
140

“La Toscana in cammino ”
Stagione sportiva 2022-23
Obbligatoria Tessera UISP valida per l’anno sportivo 2022/23
Il Programma Escursionistico di UISP Toscana Montagna:
Le nostre proposte sono mirate a conoscere il territorio toscano anche nei suoi aspetti storici,
artistici e naturalistici – ove sarà possibile, raggiungibili anche con i mezzi pubblici
DOMENICA 6 NOVEMBRE – LA LINEA GOTICA – Anello Passo del Giogo
(a cura del S.A. Montagna Firenze)
Lunghezza: 9 km – Durata 3,00 ore (con le visite alle postazioni) – strade bianche e sentieri
Difficoltà: facile con con 200 m. di dislivello – obbligatorie scarpe da trekking – Pranzo a sacco.
Raduno e partenza: ore 10,30 -Passo del Giogo (Uscita Autostrada a “Barberino” e proseguire per Scarperia,
attraversare il paese e seguire indicazioni “Passo Giogo”)
Programma: Partenza dal Passo (ove è possibile lasciare l’auto) e prendere il sentiero “00” per
Passo della Colla e dopo 200 metri, davanti all’ospedale da campo tedesco, lo storico Prof. Ugo Barlozzetti
terrà una presentazione della “Linea Gotica”. Si continua su strada bianca fino al sentiero “38”b che
prendiamo sulla destra fino a raggiungere il monte “Altuzzo” dove è possibile visitare il posto di osservazione e il posto
comando tedesco. Il sentiero per la cima del monte è breve, ma ripido e scivoloso per cui si richiedono scarpe da
trekking ed eventuali bastoncini. Dopo la visita si scende nuovamente al Passo per la sosta pranzo.
Dopo il pranzo è prevista la visita (facoltativa) al Museo della Linea Gotica presso la frazione di Ponzalla (Scarperia),
sulla strada del ritorno, con la presentazione del Prof. Ugo Barlozzetti. Il costo del biglietto è di Euro 5,00 come
contributo al lavoro dell’Associazione che gestisce questo importante ricordo della nostra storia recente.
L’ATTACCO AL PASSO DEL GIOGO a cura di C.P.B. (Museo del Giogo) : La 5a armata americana includeva dieci
divisioni da combattimento su 262.000 effettivi, tuttavia gli scontri di prima linea, le azioni decisive sul terreno, furono
sostenute da unità con meno di mille uomini: poche compagnie di fanteria di qualche battaglione.
Da parte tedesca la sproporzione era ancora più marcata. La sola 4a divisione paracadutisti tedesca, già sotto organico,
teneva un fronte di quasi venti chilometri dalla Futa al monte Pratone, praticamente senza disponibilità di riserve. Fra i
suoi uomini solo pochi erano veterani di Cassino, quasi tutti erano rimpiazzi privi di addestramento appena giunti dalla
Germania, talvolta senza mai avere sparato un colpo di fucile. Le difese tedesche su Monticelli includevano postazioni in
cemento armato o scavate nella roccia, e ricoveri rinforzati con legname e terra di riporto. Le linee di difesa sulla cresta
erano protette da fasce di filo spinato di un metro d’altezza per cento di profondità. Le due uniche vie di approccio
naturale alla cresta (due gole di un fiumiciattolo) erano state minate.
Sul versante Nord la Todt aveva costruito dei ricoveri estesi per venti metri dentro la montagna (con capienza di venti
uomini) e aveva scavato nella roccia un rifugio da cinquanta posti per il comando. Gli avamposti difensivi coprivano la
strada statale poco oltre l’Omomorto. Sull’Altuzzo, le linee tedesche compivano un semicerchio in quota, ancorato a
Ovest ad ad una cresta prominente che dominava la statale, e raccordato a Est con la vetta del monte (quota 926). Gli
avamposti coprivano gli accessi ai massiccio sotto la cresta Ovest e sulla dorsale principale a quota 782.
– Adesione entro il venerdì precedente; Posti disponibili 40 per escursione
– iscrizione scrivendo a montagna.toscana@uisp.it
– Contributo per singola escursione € 5.00 (+ € 5.00 per l’ingresso “facoltativo” al Museo della Linea Gotica)
– Versamento con Bonifico IBAN: UISP Comitato Regionale Toscana IT47G0335901600100000164846 (oppure pagabili
anche all’accompagnatore, previa prenotazione)
– Inf. Tecniche: montagna.toscana@uisp.it
– Abbigliamento consigliato – Scarpe da trekking e bastoncini
– In caso di marcato maltempo, l’escursione sarà rinviata in coda al programma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here