Barracuda pigliatutto: dopo il campionato, trionfo nella coppa di calcio a 7

0
275

FINALE COPPA PRO CALCIO A 7

BARRACUDA CAFFE’ – PS CAR CENTER  6 – 5 d.c.r (2-2 fine regolamentari)

 

BARRACUDA CAFFE’ : Scapecchi, Olivo, Ceccherini, Aramini, Palma, Salvadori, Rossi, Pecchi, Ingrati. All. Tramannoni, dir. Ma. Medaglini, massaggiatore Mi. Medaglini.

PS CAR CENTER: Mangione, Bini, Orlandella, Giuliano, Cinelli, Berretti, Raito, Prisco, Biele, Di Rocco, Mazzella. All. Groccia, dir. Iacchini.

ARBITRO: Antonio Albertini.

RETI: 10’ Palma, 17’ e 15’ st Raito, 8’ st Ingrati.

SUCCESSIONE DEI RIGORI: Raito (gol), Salvadori (gol), Prisco (palo), Palma (gol), Berretti (gol), Pecchi (gol), Biele (gol), Rossi (parato), Di Rocco (parato), Aramini (gol).

GROSSETO Il Barracuda, dopo la vittoria del campionato, completa un clamoroso “double” aggiudicandosi ai rigori contro un ottimo Ps Car Center la coppa Professionisti di calcio a 7 2021/22.

Un successo ottenuto contro un avversario esperto e che forse, per le occasioni avute nei tempi regolamentari, avrebbe anche forse meritato miglior sorte, ma con una prestazione tutta cuore Ingrati e compagni sono riusciti ad allungare la contesa fino ai calci di rigore, dove l’hanno spuntata.

Il Ps Car Center, con un Raito sontuoso in cabina di regia, ha provato soprattutto nel primo tempo a imporre il proprio gioco, ma le mancanza nel reparto offensivo e le parate di Scapecchi hanno frenato il gioco della squadra di Groccia e Iacchini. Dopo una prima fase di studio, la giocata che sblocca il match: Palma lancia lungo dalla difesa, il movimento di Ingrati (che però non tocca la palla) inganna il portiere Mangione per il vantaggio Barracuda. La reazione del Ps Car Center è pero quasi subito fruttuosa, con la punizione rasoterra di Raito che riporta tutto in equilibrio. Il Ps tiene palla, il Barracuda, nonostante l’infortunio di Ceccherini (il man of the match del campionato), copre però bene gli spazi con le squadre che vanno all’intervallo sull’1 a 1.

Ad inizio ripresa è bomber Ingrati a prendersi la scena, con una girata da opportunista che riporta in vantaggio i suoi dando nuovo slancio alle ambizioni del Barracuda. Ma il Ps Car Center inizia a premere sull’acceleratore e, seppur con un gioco meno manovrato rispetto al primo tempo, costringe sulla difensiva i ragazzi di Tramannoni: una giocata pazzesca di Raito riporta il risultato sul 2 a 2, poi, a parte una bella conclusione di Pecchi stornata in  angolo da Mangione, è sempre il numero 9 neroverde a sfiorare il gol in almeno quattro occasioni: su due di esse ci sono i guantoni di Scapecchi a respingere, poi è l’incrocio dei pali a dire di no a un velenoso mancino, infine una punizione dal limite dell’area si perde di poco alta sulla traversa. Il Barracuda soffre, ma fa quadrato davanti a Scapecchi ed Aramini (che poi metterà a segno il rigore decisivo) e si guadagna l’accesso alla lotteria dei rigori, dove la precisione dei tiratori e la parata di Scapecchi fanno la differenza, facendo partire i festeggiamenti per il secondo titolo vinto in stagione: una prestazione forse meno appariscente di quella vista nella finale di campionato, ma ugualmente vincente per i padroni delle manifestazioni di calcio a 7 giocate quest’anno.

Al termine della gara, premiazioni di rito con il referente del calcio a 7 Fabio Capodimonte, che oltre alle prime due squadre classificate, ha premiato i capocannonieri della Coppa, con tre giocatori a quota 4 reti: si tratta di Pecchi del Barracuda e Berretti e Capolupo del Ps Car Center.

CLICCA QUI PER IL VIDEO DEI TEMPI REGOLAMENTARI

CLICCA QUI PER I RIGORI E L’ESULTANA FINALE

CLICCA QUI PER LE INTERVISTE

CLICCA QUI PER LA PHOTOGALLERY

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here