L’Amore vince sempre fa centro: più di 5000 euro raccolti nel ricordo di Maria Sole

0
401

Il cuore della Uisp, dei suoi atleti e dei suoi associati vale 4.958 euro. E’ quanto è stato raccolto nella seconda edizione dell’Amore vince sempre, la manifestazione nata per ricordare Maria Sole Marras e sostenere la neuro-oncologia pediatrica dell’ospedale Meyer di Firenze. Un mese e mezzo di eventi che, grazie al concorso letterario, permetterà di superare ampiamente quota 5000 euro.

Le iscrizioni al premio letterario sono ancora possibili fino all’8 febbraio (tutte le info all’indirizzo http://www.uispgrosseto.it/lamore-vince-sempre/), ma intanto i risultati sono già ottimi.  Si è partiti con il laboratorio creativo dei bambini, 300 euro, proseguendo con i tornei di calcio dell’asd Barbanella, 405 euro, la bellissima giornata di beach tennis nella tensostruttura di via Europa, 1184 euro, il ciclismo con il trofeo Bastione Maiano, 200 euro devoluti dal Team Marathon Bike, la raccolta fondi delle società di pattinaggio, 209 euro, la bellissima iniziativa con raccolta fondi del Camper Club Maremma, che ha fruttato 660 euro, fino alla grande manifestazione di burraco che con i due tornei ha permesso di raccogliere 935 e 1065 euro (45 tavoli, vittorie per le coppie Luciana Capaccioli-Anna Guidoni e Patrizia Bernabini-Francesca Sansalone).

Al tavolo di burraco si è seduta anche Isabella Sichi, la mamma di Maria Sole, infaticabile anche nel supporto alla Uisp per l’organizzazione delle varie kermesse. “Tutto è partito con i lavori dei bambini realizzati al laboratorio Artisteggiando, di Simone Signorini – ricorda – splendide lanterne che poi hanno fatto da cornice a questo torneo insieme ai regali dei generosi sponsor che via via ci accompagnano. Per me è stato bellissimo e molto commovente vedere le emozioni nei loro occhi: hanno dato un aiuto ad altri bambini che ora sono lontani da casa per motivi di salute”.
Isabella e il marito Leonardo Marras sono stati sempre presenti alle varie manifestazioni. “Un’esperienza molto intensa – afferma – per noi partecipare è un onore, quasi un dovere nei confronti di Maria Sole. Abbiamo colto l’importanza e la necessità di vivere con lei e per lei, con un’altra forma e un’altra dimensione, ma con una presenza che sentiamo vicino a noi. Personalmente ho provato a calciare un pallone, a prendere in mano la racchetta come non facevo da tanto tempo, anche se la performance migliore è stata al tavolo verde con la mia super compagna Laura”.
Per l’Amore vince sempre sono state lunghe settimane di iniziative. “La bellezza di questa edizione così ricca e variegata – aggiunge Isabella Sichi – è stata la partecipazione di persone di ogni età, dai piccolini agli anziani. E non è finita, perché adesso ci aspetta l’ultimo evento che concluderà questa seconda edizione. Il concorso letterario è aperto a tutti. Chiunque abbia voglia di mettere in prosa o poesia questo tema potrà mettersi in gioco e magari scoprire di avere una dote”.
Alla fine anche il risultato economico è stato importante. “Inaspettato, anche se sperato – conclude – Non avevamo immaginato quanto le varie parti della manifestazione avrebbero potuto contribuire. Una goccia, forse, ma una goccia importante. Perché quello che stiamo vedendo con i vari bambini in cura al Meyer ci fa ben sperare: con i nuovi protocolli e la collaborazione con la protonterapia di Trento possiamo essere ottimisti”.

Bilancio positivo per la Uisp di Grosseto. “Un ottimo risultato, era difficile aspettarsi una risposta così – conferma il presidente Sergio Perugini – i ricavati arrivano da varie attività che la Uisp ha proposto per questo evento e sono felicissimo. Le persone che hanno partecipato hanno dai 3 a oltre 80 anni, significa che siamo riusciti a coinvolgere una fascia di età ampia: dai bambini artisti o da quelli impegnati nel calcio o nel beach tennis, fino ai meno sportivi, di ogni età, che si sono seduti al tavolo di burrac”. “La Uisp non si ferma soltanto a questo evento, pur molto importante – ricorda Perugini – come gruppo solidarietà andiamo avanti con le nostre iniziative. L’Amore vince sempre sarà organizzato ogni due anni, ci sembra il modo migliore per promuovere le sue iniziative e fare in modo che continui a crescere”.

Maria Teresa Ferrini è stata l’anima di questo evento. “Un grande risultato – sorride l’organizzatrice – dobbiamo sottolineare la partecipazione, il coinvolgimento che tutti hanno avuto da subito, fin dalla riunione di fine ottobre. Hanno aderito con grande slancio coinvolgendo le varie strutture di attività della Uisp. Tante persone che hanno capito l’importanza della donazione, che donare per la ricerca è importante. Il messaggio è questo, per aiutare i bambini è l’unico modo”. “E’ stato un grande finale con il burraco – conclude Ferrini – penso che la prima volta a Grosseto ci sono stati 45 tavoli, e di questo dobbiamo dire grazie alle persone che hanno capito l’importanza. Per noi è stato un impegno ampiamente ripagato dalla soddisfazione di quanto raggiunto. Non è facile raccogliere dei soldi in questo periodo, ma noi ci siamo riusciti dimostrando che l’amore vince sempre”.

CLICCA QUI PER IL VIDEO DEL TORNEO DI BURRACO

CLICCA QUI PER LE INTERVISTE

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here