Emozioni e brividi con il beach tennis nel ricordo di Maria Sole: raccolti 1.184 euro

0
553

Sorrisi sulla sabbia. Emozioni. Divertimento. Solidarietà. E brividi. Che non sono mancati, nell’appuntamento con il beach tennis della Uisp per l’Amore vince sempre, l’evento lungo un mese organizzato dal comitato di Grosseto per ricordare Maria Sole Marras e sostenere l’ospedale pediatrico Meyer. Brividi, quelli che hanno unito i cento giocatori accorsi nella tensostruttura, quando hanno preso il microfono babbo Leonardo e mamma Isabella, per ringraziare i presenti e per ricordare come il dolore, in questi due anni, è diventato coraggio e infaticabile impegno al fianco dei bambini che lottano. Brividi, quando tutti sono rimasti in silenzio ad ascoltare la canzone che Simone Cristicchi ha dedicato a Maria Sole. Brividi, quando Federico Zanti, coordinatore del Roselle Beach Tennis e amico di Leonardo e Isabella, ha proiettato un video struggente che racconta il percorso fatto dalla famiglia Marras al fianco della Fondazione Ospedale Pediatrico Meyer, per il progetto in ricordo di Maria Sole. Alla fine nella cassetta delle offerte si contano 1.184 euro, un grande risultato che si sommerà a quello ottenuto in tutte le altre manifestazioni. “Una goccia nel mare – ha detto il presidente della Uisp, Sergio Perugini – ma il mare è fatto di tante gocce, tutte importanti”.

La giornata è stata organizzata dalla Uisp con il suo settore beach tennis, coordinato da Alessandro Bernabini, ma ha trovato una risposta importante in tutte le altre associazioni e realtà del territorio: oltre a Beach Tennis Maremma-Beach Tennis Group Uisp, in campo Roselle Beach Tennis, Beach Tennis Toscana Coaching, Beach Tennis Toscana Event, A Tutto Beach Tennis, Beach Tennis Academy, Associazione Beach Arena. A tutti sono stati consegnati dei diplomi ricordo, in una giornata che ha unito i presenti anche nei giochi e in un ricco buffet allestito nell’impianto.

“Abbiamo voluto raccogliere tutte le associazioni e i gruppi di beach tennis – spiega Enrico Terenzi, Beach Tennis Maremma e Uisp – unendoli anche nel segno dei giochi e del divertimento, come da spirito Uisp.  Il territorio ha risposto compatto ed è stata una bella soddisfazione”. “Ci siamo impegnati a fondo – aggiunge il coordinatore Alessandro Bernabini – riuscendo a coinvolgere i giocatori e le associazioni del territorio in una giornata speciale”.

“Chi del nostro gruppo non è potuto venire – precisa Federico Zanti, Roselle Beach Tennis – ha comunque lasciato un contributo. Abbiamo sempre risposto presente per l’amicizia che ci lega a Leonardo e Isabella, che giocava con noi. Il beach tennis per noi è più in uno sport, è un’attività che riesce ad amalgamare grandi e piccoli che possono giocare insieme per poi ritrovarsi a cena”.

“Era importantissimo esserci, era importante esserci tutti e che le associazioni si mobilitassero insieme per ricordare la splendida Maria Sole e per aiutare il Meyer – afferma Luca Giabbani del Beach Tennis Toscana Coaching, tra i pochi maestri federali in Italia – Isabella è stata una mia allieva, Leonardo lo conosco da quando andavamo a scuola e il beach tennis è sicuramente un modo giusto per unire le persone”.

“Questo ormai è diventato un appuntamento ricorrente – ricorda Luca Bidolli del Beach Tennis Toscana Event – che ci apre il cuore nel ricordo di Maria Sole. Non solo: ha saputo creare un bellissimo amalgama tra le associazioni. Il beach tennis nasce come un gioco e questo deve essere, un modo per stare insieme e divertirsi, in una città che è diventata punto di riferimento nazionale”.

“Una splendida iniziativa per Maria Sole – conclude Luca Garavini, della Beach Tennis School – che sento ancora di più essendo diventato padre da poco. Ricordarla con tante persone che giocano per lei è il modo migliore. E’ bello esserci per noi come società, ma soprattutto come persone”.

CLICCA QUI PER IL VIDEO

CLICCA QUI PER IL VIDEO DELLE INTERVISTE

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here