La zampata del campione: nel Parco vince Nshimirimana

0
631

Il circuito Uisp Corri nella Maremma ha vissuto una delle giornate più attese con la Parco della Maremma Run Race. La tappa ospitata da uno dei luoghi simboli della provincia di Grosseto ha fatto centro con 120 corridori al via. A mettere il punto esclamativo sulla quarta edizione è un vincitore regale come il grande Joachim Nshimirimana, Atletica Casone Noceto, che stavolta ha dovuto faticare e non poco per avere la meglio di un mai domo Jacopo Boscarini, Atletica Costa d’Argento, che ha sperato fino all’ultimo di poter battere il grande rivale ma alla fine si è dovuto arrendere per 10 secondi.

“Sto preparando l’ultima maratona dell’anno, a metà novembre – racconta Nshimirimana – mi sto allenando molto, ma questa gara è bellissima e volevo far bene. Ho avuto una bella stagione, senza infortuni, ho vinto i campionati italiani sui 10 chilometri, sarebbe bello confermarsi nella mezza maratona. Continuo a divertirmi e finché succede non è un problema svegliarsi alle 5 di mattina per allenarsi, quando mio figlio inizierà a fare corse importanti mi toccherà dedicarmi a lui. Ma ancora ha 8 anni, ho tempo”. “Ci ho provato, ho dato tutto me stesso e mi ero quasi convinto di potercela fare – sorride Boscarini – in pianura avevo messo Jo nel mirino, ma in salita è troppo forte. Devo aspettare una gara in pianura o allenarmi di più, sapendo che comunque non sarà facile perché lui è un grande campione”. Podio extra lusso completato dal mai domo Cristian Fois, presidente dell’Atletica Costa d’Argento: “Ancora non sto benissimo, spero di essere in forma tra un mese, magari in Feniglia – afferma Fois – ma va bene anche così, perché i primi due sono irraggiungibili. Bello comunque essere arrivati sul podio in una gara così bella”. L’atleta mascherato Roberto Ria, Parco Alpi Apuane, si deve accontentare del quarto posto, seguono Lorenzo Petroncari dell’Sbr3, Claudio Tondini, del Ymca, Roberto Bordino del Ymca, Giuseppe Palermo del Reale Stato dei Presidi, Luigi Cheli del Marathon Bike e Alessandro Galatolo dell’Atletica Costa d’Argento. Tra le donne inarrestabile Katerina Stankiewicz, Team Marathon Bike, che domina davanti alle ottime Angela Mazzoli, Atletica Costa d’Argento, e alla compagna Cristina Gamberi.  “E’ andata bene, sono abbastanza in forma, riesco a spingere – spiega la vincitrice – il percorso mi è piaciuto, un po’ asfaltato, un po’ sterrato”. Per Kate è la stagione del ritorno alle gare dopo la maternità: “Il primo posto in questo momento è per mia figlia – aggiunge – quando posso mi alleno e l’obiettivo è sempre arrivare con il sorriso e stare bene al termine della gara”.

Soddisfatto al termine della manifestazione Paolo Vagaggini, coordinatore atletica Uisp e presidente del Trail Team Maremma. “Anche in questa quarta edizione è confermato il trend che vede i numeri in aumento – spiega – continuiamo a puntare sullo sport come mezzo di promozione del territorio e questa gara permette di scoprire alcune parti del Parco della Maremma che di solito restano celate”. “Continueremo a lavorare – prosegue – per promuovere l’evento tutto l’anno in una serie di eventi, mostre ed expo”.

Nella 60 chilometri, 47 gli atleti giunti all’arrivo (62 partenti): vince Roberto Brigo, Atletica Riviera del Brenta, davanti a Francesco Valenti, Seventies Running Lucca e Glauko Meoni, Aurora Montale. Nella 23 chilometri, 138 corridori a tagliare il traguardo (142 al via), primo Daniele Clementi, Circolo Ricreativo Solvay, poi Giacomo Di Petro e Andrea Scaranari, Podistica Mare di Roma. A completare una bellissima giornata di sport i cento camminatori, che si vanno ad aggiungere agli altrettanti che hanno passeggiato nel Parco della Maremma al sabato e ai 120 piccoli partecipanti al minitrail. Un impegno importantissimo per il Trail Team Maremma, come sempre impeccabile nell’organizzazione, sotto l’egida Uisp: preziosissima la collaborazione degli studenti del liceo scientifico a indirizzo sportivo e dell’istituto Leopoldo II di Lorena.

CLICCA QUI PER IL VIDEO DELLA GARA

CLICCA QUI PER IL VIDEO DELLE INTERVISTE

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here