Torna il cicloraduno ospedalieri: in bici anche per ricordare la tragedia di Pegaso

0
146

La seconda tappa del circuito di cicloturismo Uisp “Pedala in Maremma” è una manifestazione ormai classica.

Domenica 2 giugno è infatti in programma il 36° cicloraduno ospedalieri, che dalla sua 19esima edizione ricorda la tragedia di Pegaso.

“Ogni anno – ricorda Aldo Rotelli, responsabile del settore ciclismo del Cral Asl 9 – organizziamo il cicloraduno Pegaso 2 con vari percorsi di diversi livelli di difficoltà, in modo da poter coinvolgere qualsiasi appassionato delle due ruote e della straordinaria bellezza dei paesaggi della Maremma”.

“Il cicloraduno – ricorda Rotelli – è nato alla fine degli anni Ottanta come espressione di alcuni appassionati di bicicletta all’interno dell’ospedale Misericordia di Grosseto. Col passare degli anni da semplici gite sulle strade della Maremma, per condividere con tutti gli appassionati la straordinaria bellezza della natura di questi luoghi, in collaborazione con la lega ciclismo Uisp, abbiamo iniziato ad organizzare questo evento. La partecipazione, ogni anno sempre più numerosa, è il cavallo di battaglia del nostro ciclo club”.

Nel corso degli anni gli itinerari sono stati modificati per salvaguardare la sicurezza dei partecipanti e tenendo conto loro capacità tecnico-sportive. La manifestazione si articola su tre percorsi: un cicloturistico di 56 chilometri e con 640 metri di dislivello, uno mediofondo di 81 chilometri e 1.420 metri di dislivello, uno granfondo di 120 chilometri e 2.340 metri di dislivello. Per tutti il ritrovo è alle Terme Leopoldine di Roselle, con partenze alla francese dalle 7,30 alle 9. I ristori in concomitanza con i punti di controllo saranno tre: Poderone, Scansano e Santa Caterina.

Per info https://cicloradunopegaso2.cralusl9.it/ e 3382850841.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here