Anche la Supercoppa è del Senzuno, ma il Chiusdino fa il pieno di applausi

0
614

SENZUNO: Montanari, Badalamenti, Baldi, Ballantini, Martelli, Simonelli, Maestrini, Mezzedimi, Grasso, Falco, Dini. A disposizione: Pagana, Cozzolino, Berardi, Bracalari, Cantini, Premoli, Telesio. All. Pagliarini.

CHIUSDINO: Galgani, Flammia, Nasca, G. Fineschi, Cavallini, Lelic, Kola, L. Fineschi, Rossetti, Dzavidi, Mei. A disposizione: Ancillotti, Corsi, Coppola, Pedolo, Ragghianti, Palmieri, Minutella. All. Lorenzini.

ARBITRO: Nerozzi (Locantore, Betti).

RETI: 30′ Simonelli, 22′ st Dini.

Finisce così come era iniziata la stagione del calcio Uisp. Con il Senzuno a festeggiare per l’ennesimo trionfo, stavolta in Supercoppa, giunto al cospetto di un Chiusdino davvero brillante, che si merita gli applausi degli avversari, del pubblico e degli addetti ai lavori per una partita ben giocata.

In via Adda finisce 2-0, con un gol per tempo dei tre volte campioni provinciali: nel primo tempo la sblocca Simonelli, nella ripresa la chiude Dini con uno strepitoso tiro a incrociare sul palo lontano che non lascia scampo a Galgani. “Devo dire grazie alla squadra, che ancora una volta ha giocato alla grande”, racconta l’attaccante sempre protagonista in questo finale di stagione.

Il Chiusdino non ha mai mollato e, rispetto alle avversarie recentemente battute dal Senzuno nelle altre finali, ha mantenuto i nervi saldi puntando sul gioco, sulla velocità e sull’entusiasmo. “Per noi è stata una grande stagione – racconta il tecnico Simone Lorenzini – anche stavolta abbiamo messo in campo la nostra idea di calcio e di divertimento. Le partite secche sono così, a volte capita di vincere come nella Coppa Cherubini, altre di perdere. A volte che a vincere sia la squadra migliore, come successo in questa Supercoppa: onore al Senzuno”. Parole da stampare e mettere in una cornice da esporre in tutte le competizioni amatoriali, nelle quali troppo spesso fair play e sportività vengono dimenticati. Parole ben descritte da uno splendido terzo tempo, con le squadre che si fanno una foto a ranghi misti dopo la consegna delle coppe da parte di Massimo Ghizzani, vicepresidente della Uisp.

“E’ così che dovrebbe sempre andare”, conclude Daniele Pagliarini, il mister del Senzuno dei quattro trofei: Coppa Campioni, Coppa Big, scudetto e Supercoppa. “Questo Chiusdino merita tutti i nostri complimenti e il nostro rispetto – aggiunge lo skipper – per noi si chiude una stagione fantastica. Dispiace un po’ l’eliminazione nella fase regionale, abbiamo giocato la migliore partita dell’anno ma gli episodi sono stati determinanti”.

CLICCA QUI PER LA FOTOGALLERY

CLICCA QUI PER IL VIDEO DELLA PARTITA

CLICCA QUI PER IL VIDEO CON LE INTERVISTE

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here