Lo sport a Santa Fiora cresce con i bambini e le nuove attività

0
66

E’ partita con il piede giusto l’attività sportiva della Uisp negli impianti comunali di Santa Fiora. Nella tensostruttura delle Bagnore un centinaio di bambini passano i loro pomeriggi con la ginnastica, il tennis e la mountain bike. Ci sono poi gli impianti sportivi nel centro del paese, che accolgono altri giovanissimi per le partite di calcio a 5.

Soddisfatto il sindaco di Santa Fiora, Federico Balocchi. “Questo progetto è partito molto bene – afferma il primo cittadino – grazie soprattutto all’impegno della Uisp e dei suoi volontari”. Il Comune ha intenzione di rendere queste attività più fruibili, visto che al momento l’assenza di riscaldamento crea disagio ai fruitori. “L’amministrazione ha deciso di investire 50mila euro e consentire a questi 100 bambini di praticare lo sport in maniera serena, al caldo – annuncia Balocchi – Riuscire a portare tante persone in questo impianto che era vuoto da diversi anni ci fa felici e ci sprona a puntare sullo sport. Abbiamo appena approvato il progetto di fattibilità affidando il progetto, nelle prossime settimane assegneremo i lavori e l’impegno è quello di comprimere il più possibile i tempi, cercando con l’inizio del 2019 di avere una tensostruttura pienamente fruibile dai ragazzi e anche dai genitori che a volte devono aspettare con loro”.

Balocchi va oltre. “Sapendo che potranno passare un mese e un mese e mezzo – spiega – abbiamo offerto la possibilità di trasferire in altri impianti sportivi le attività che altrimenti non potrebbero essere svolte”. Ci sono poi i campi nel centro del paese. “Già adesso il campo di calcetto viene utilizzato dai bambini il pomeriggio – conclude il sindaco – il nostro scopo è quello di fare in modo che non ci siano ragazzi che vagano per il paese, vogliamo che vadano a giocare a calcio o a tennis in modo gratuito. Con la primavera ci saranno altre opportunità, anche per gli adulti. Santa Fiora potrà diventare un centro dove fare sport di grande rilevanza per tutta l’Amiata”.

“L’impegno del comitato Uisp, attraverso i nostri volontari – afferma Sergio Perugini, presidente provinciale – è stato massimo. L’Amiata è sempre stato un territorio particolare per fare sport, sia per le condizioni climatiche durante l’inverno, sia per i potenziali fruitori che rispetto ad altre zone non sono molte”. “Ma la Uisp – aggiunge Perugini – è sport per tutti e di tutti, la nostra mission è anche quella di portarlo dove è più difficile, per fare in modo che sempre più paesi della nostra provincia possano scendere in campo”. “Ringrazio l’amministrazione comunale di Santa Fiora e in particolare il sindaco Balocchi – conclude il presidente Uisp – questa collaborazione sta già dando frutti importanti e l’intenzione reciproca è quella di proseguire su questa strada”.

CLICCA QUI PER LA VIDEO INTERVISTA AL SINDACO BALOCCHI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here